L’annuale sfilata di Victoria’s Secret è indiscutibilmente un  evento a cui molti sognano di assistere. Lo Show, viene ripetuto ogni anno in città diverse, ma quest’anno il 10 di Novembre ha celebrato 20 anni di debutti nel luogo di nascita, New York.

Tra i cantanti che si esibiscono annualmente, quest’anno erano presenti Ellie Goulding, Selena Gomez e The Weekend con le loro ultime hit.

In passerella un mix di veterane, quali Adriana Lima e Lily Aldridge, e di Angeli al loro debutto  come: Kate Grigorieva, Taylor Hill, Elsa Hosk, Stella Maxwell, Sara Sampaio.

La sfilata di Victoria’s Secret è la pura rappresentazione di una fantasia, fuori dall’ordinario, in cui tutto risulta perfetto.

Numerose modelle si sottopongono ai provini per avere l’opportunità di far parte di questa brillante realtà “parallela”. Poche vengono scelte per la sfilata, pochissime vengono innalzate allo status di “Angelo”.

Lo show viene reso pubblico quasi un mese dopo, l’evento è molto protetto, foto e video vietate, ma come sempre, i social svelano ogni sorpresa.

#VictoriasSecretFashionShow è l’hashtag con cui seguire su Instagram la passerella di intimo più famosa del mondo.

Ore ed ore di preparativi, tra trucco, fitting e capelli per ritrovarsi poi in lingerie.

In realtà, per trasformarsi in angelo (privilegio solo di alcune) bisogna saper indossare quei costumi, se pur ridotti, che sono un’architettura complessa e studiata; ogni particolare del corpo e del viso deve essere impeccabile e la “prova ali” è la parte più importante del lungo backstage.

Indossare un paio di ali per il Victoria’s Secret Fashion Show significa che: sei un angelo e fai parte di un gruppo di modelle selezionatissime, sono un vero e proprio marchio di fabbrica.

I pezzi  delle ali vengono  realizzati a volte dai designer di Victoria’s Secret, altre volte vengono affidati ad aziende.

Victoria’s Secret preferisce farle fare esternamente quando le ali hanno bisogno di avere caratteristiche pazzesche, come luci o una particolare torsione. Sono creazioni elaborate ampie quasi 2 metri e del peso di 9 kg. Le modelle, mentre sfilano, ondeggiano e a volte ballano, per cui se le ali non sono ben assicurate rischiano di rompersi nei punti fragili.

Tutto ciò che resta di queste creazioni non viene buttato via, ma conservato per gli spettacoli futuri.

Le bellezze che hanno sfilato nell’edizione  2015 erano in totale 44: (16 angeli e 28 modelle).

La grandissima novità preziosa di quest’anno è il Fireworks Fantasy Bra, (ispirato ai fuochi d’artificio) il reggiseno più costoso del mondo, vale 2 milioni di dollari: per realizzarlo,  il gioielliere Mouawad ha richiesto 685 ore di lavoro infatti, ci sono voluti 6500 tra diamanti e gemme, per un valore di 375 carati. L’onore di indossarlo è stato della top Lily Aldrige.

Ma nessuno si è mai chiesto come e quando è nato il famoso Brand di lingerie?

Tutto inizia nel 1977 a San Francisco da una sessione di shopping mancata di un imprenditore trentenne, Roy Raymond, assorto a comprare un completino sexy per la moglie in un grande magazzino, una volta dentro il negozio, si accorge di avere attorno solamente camicie da notte per niente sexy.

Così da quel giorno Raymond, inizia a mettere da parte risparmi famigliari e prestiti, e in quell’anno apre insieme alla moglie il suo primo negozio all’interno del Stanford Shopping Center di Palo Alto, California, chiamato Victoria’s Secret: nome ispirato alla Regina Vittoria perché, come ricorda ancora Raymond, immagina il suo brand come un “boudoir dell’era vittoriana, dove gli uomini possano sentirsi a loro agio e non dei pervertiti”.

Il successo è immediato – tre nuovi negozi, mezzo milione di dollari solo nel primo anno –

Nell’ 82 però la situazione economica si complica ma, a rilevare l’azienda ci pensa l’imprenditore Leslie Wexner che da quel giorno diventa quindi di proprietà della Limited Brands.

In un’intervista rilasciata nel 2010 Wexner racconta di essere entrato in uno dei negozi di Victoria’s Secret e di essersi trovato in un boudoir vittoriano con divani di velluto rosso. Non c’era lingerie erotica ma sexy. Il successo e i fatturati alle stelle permettono all’azienda di ampliare la sua offerta, aggiungendo alla lingerie anche il beachwear, abbigliamento e bellezza con profumi e make-up.

Il primo grande Victoria’s Secret Fashion Show venne organizzato nel 1999, con la trasmissione via web dell’evento: lo guardarono 1,5 milioni di persone. Con un costo di 120 mila dollari.

Il Victoria’s Secret Fashion Show viene pubblicizzato per la prima volta durante il Super Bowl.

Nel 2011 il budget per il Victoria’s Secret Fashion Show è stato di 12 milioni di dollari.

Oggi il noto brand di lingerie tra i  più famosi al mondo, ha costruito il suo impero grazie all’intelligente  strategia di marketing.

I fantastici show organizzati non sono solamente fini a se stessi ma tutto viene realizzato con un finale pubblicitario, basti pensare alle quantità di foto pubblicate sui social prima ancora che lo show abbia inizio, e alla simpatia con cui si mostrano le modelle attirando l’attenzione di entrambi i sessi. Il segreto del successo si cela dunque su questo rapporto tra cliente e brand, ma non dimentichiamo il prodotto,  sempre al centro.

Si è sempre concentrata nella esternazione di una valida brand awareness attraverso retail, cataloghi e canali online. Una simile strategia di vendita è sempre stata parte del suo DNA: la campagna di marketing si svolge attraverso pubblicità stampate in riviste e giornali ( raggiungendo un target il più ampio possibile), cataloghi, mass media e comunicazione visuale.

Anche i negozi sparsi in giro per mondo sono pensati con un incentivo in più per attirare gente al loro interno, i profumi,la musica, i maxi schermi installati con i  video cataloghi che presentano i nuovi prodotti,  il personale sempre cordiale e disponibile.

Tutto ciò ipnotizza il cliente che  restando esterrefatto entra in un negozio senza pensarci neanche un po’. Così finirà sicuramente per acquistare un prodotto.

Sono tutte strategie studiate per coinvolgere sempre di più il consumatore, e per fare in modo che il marchio Victoria’s Secret si faccia spazio sul mercato restando in vetta alle classifiche.

victorias segret modella victorias segret modelle vestiti victorias segret store rosa victorias segret store victorias segret sfilata victorias segret modella angelo victorias segret modella sfilata 2 victorias segret modella farfalla victorias segret modella sfilata farfalla victorias segret modella