Quella dello sfincione è una ricetta tutta siciliana dalle origini lontane. La denominazione deriverebbe, come è facilmente reperibile su Wikipedia “dal latino spongia e dal greco spòngos, σπόγγος, ossia “spugna”, oppure dall’arabo ﺍﺴﻔﻨﺞ isfanǧ col quale si indica una frittella di pasta addolcita con il miele. Si tratta di una antica ricetta che vede come ingrediente cardine il pane pizza (morbido e lievitato, simile appunto ad una spugna) con sopra una salsa a base di pomodoro, cipolla, acciughe, origano e pezzetti di formaggio tipico siciliano”

In questa ricetta  non metteremo ne acciughe ne il formaggio, per renderlo più leggero. E se le cipolle ed il pomodoro sono di qualità, allora il nostro sfincione non avrà niente da invidiare a quello della ricetta classica, e vi metterà meno sete!

Ricetta Fincione Vegan, ingredienti per 4 persone:

 

  • 250 g di farina di tumminia integrale
  • 200 g di farina di semola di grano duro
  • 2 cucchiaini di sale
  • 30 g di olio evo
  • 20 g di lievito di birra fresco
  • 260 ml di acqua tiepida
  • 700 ml di salsa di pomodoro
  • Sale
  • 2 grosse cipolle dorate bio pelate, lavate ed affettate finemente
  • Pangrattato

Preparazione
Impastate energicamente tutti gli ingredienti cercando di non mettere a contatto diretto il lievito con il sale ed evitando di aggiungere acqua troppo calda (non bollente insomma).
potete impastare a mano o con l’aiuto di un robot da cucina o una planetaria, per almeno 10-15 minuti.

Poi prendete una teglia molto grande, ungetela con un filo di olio e stendeteci sopra il nostro impasto. Copriamo con pellicola per alimenti in modo da sigillare totalmente l’impasto e non fare uscire l’umidità. Coprite poi il tutto con un panno di cotone pulito per far riposare l’impasto per 3 ore (per avere il risultato sarà migliore).

Nel frattempo realizzate un soffritto con le cipolle fino a farle un po’ appassire.

Aggiungete la salsa di pomodoro, aggiustandola di sale; se la salsa è troppo concentrata aggiungete mezzo bicchiere d’acqua e coprite, abbassando il fuoco.
Lasciate cuocere per bene per 30-40 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Quando l’impasto avrà terminato la lievitazione, potrete accendere il forno a 220°, versare il sugo sull’impasto dolcemente senza pressare, in maniera omogenea.

Cospargete poi con un po’ di pangrattato ed un filo d’olio.
Infornate abbassando la temperatura intorno ai 200° per circa 15-20 minuti ma controllando che la base dello sfincione inizi a dorarsi.
Quando l’aspetto vi convince e la base sarà dorata allora possiamo sfornare, lasciare riposare qualche minuto e servire in porzioni.

Provare per credere, come vedete è più difficile a dirsi che a farsi e fateci sapere come vi viene.