La cucina rinuncia ai fornelli dando spazio alla cucina crudista o raw-vegan.

Oggi che si e’ orientati alla ricerca di uno stile di vita sano, decisamente la scelta di un cibo piu’ salutare fa’ la differenza.

Capiamo insieme quali sono i principi di questo tipo di cucina.

Regola fondamentale, se decidete di diventare crudisti, è accettare il fatto che i cibi non vanno assolutamente né cotti né manipolati chimicamente. Inutile dirvi che la ricerca della materia prima predilige prodotti biologici. Le uniche trasformazioni concesse sono, la marinatura , la fermentazione e l’essiccazione con l’accortezza alle temperature che variano dai 40 C° ai 44C°, regolandovi che quella ideale e’ 42 C°. Gli ingredienti prediletti sono, semi tipo sesamo – chia – girasole – lino – zucca, facilmente reperibili nei supermercati biologici, e le alghe che spesso sostituiscono il sale rilasciando i loro sali minerali essenziali.

La scelta di kefir al cocco, di rejuvelac di pasta di miso, e crauti fara’ sì che migliorerete il vostro sistema immunitario aiutando anche la digeribilita’ delle pietanze poiché questi alimenti sono ricchi di batteri buoni.

Queste ricette, oltre ad essere sane sono particolarmente belle e ricche di colori, quindi, care amiche, mi raccomando grande attenzione all’impiattamento e alla cromia dei piatti.

Le foto dell’articolo vi daranno un buon suggerimento da seguire….

Bon appétit

cucina crudista cucina crudista cucina crudista cucina crudista